Archivi tag: rilievi strutturali

Martinetti Piatti – Tecnica MP

Tecnica MP s.r.l. è la realtà italiana sinonimo di monitoraggi e prove su strutture e terreni anche con Martinetti piatti. I numerosi anni di esperienza maturata sul campo fanno sì che oggi sia azienda leader nell’attuazione di interventi che hanno l’obiettivo di garantire la sicurezza di strutture e di opere vegliando, di conseguenza, anche su quella delle persone e dell’ambiente circostante.

Si tratta di una realtà fortemente strutturata, con molteplici diramazioni operative che si sviluppano dalla sede centrale di Roma. Infatti le città di Firenze, Milano, Cagliari e Catania sono i centri italiani che ospitano gli uffici della società che cresce e che si afferma grazie alle sue numerose qualità e alle specifiche garanzie che è in grado di offrire ad ogni cliente, quale che sia l’entità dell’intervento da eseguire. Tecnica MP sviluppa abilità e competenze di elevatissimo livello in molteplici campi di azione. Di questi fanno parte i monitoraggi statici e i monitoraggi dinamici, i rilievi strutturali, le prove di carico, i controlli non distruttivi. Questi, però, non esauriscono il vasto campo di operatività del gruppo che si confronta, quotidianamente, anche con interventi inerenti la geotecnica e la geofisica, la dinamica e le vibrazioni, le verifiche sismiche, i consolidamenti, le prove speciali, la verifica di sfondellamento dei solai.

Tra gli interventi che l’azienda realizza ci sono anche le prove con i Martinetti piatti, prevalentemente utilizzate nella diagnostica di edifici e di strutture in muratura. Il gruppo mette in campo sia prove con martinetto piatto singolo, sia prove con Martinetti piatti doppi. Questo genere di prove è di fondamentale importanza e a seconda dei Martinetti utilizzati si perseguono diversi obiettivi. Scopo della prova con Martinetto piatto singolo è la misura della tensione di compressione verticale cui è sottoposta una porzione di parete muraria. Nel caso dell’utilizzo di Martinetti piatti doppi, invece, le finalità sono quelle di determinare i parametri meccanici della muratura quali la resistenza alla compressione e le caratteristiche di deformabilità della stessa.

Continua a seguirci su www.tecnicamp.com e scopri tutto il nostro mondo.

Controlli non distruttivi – Tecnica MP

Per controlli non distruttivi si intende un complesso di esami, prove e rilievi condotti impiegando metodi che non vadano ad alterare il materiale e che non richiedano distruzione o asportazione di campioni dalla struttura presa in esame, volti alla ricerca ed identificazione dei difetti della stessa.

Tutti gli edifici, anche se realizzati a regola d’arte, sono soggetti a degrado a causa del passare del tempo, dell’invecchiamento dei materiali, della prolungata mancanza di manutenzione, dell’aver subito vibrazione derivanti da eventi sismici.

Per una corretta analisi dello stato di degrado di un edificio, a partire dagli anni ‘80, vengono impiegati controlli non distruttivi, a volte affiancati ad interventi distruttivi, come, ad esempio, il prelievo di campioni per prove fisico-chimiche da effettuare in laboratorio. In altri casi, però, vengono utilizzate come unico metodo di indagine. È un peccato dover affermare che queste indagini non hanno avuto la diffusione prevista, infatti il loro utilizzo è limitato agli edifici monumentali, alle grandi strutture in cemento armato e alla verifica degli organismi edilizi e relativi componenti ai fini di contenere il consumo energetico. In realtà, però, i controlli non distruttivi presentano diversi vantaggi, tra i quali:

  • poter operare all’interno degli edifici senza dover sospendere le normali attività, limitando al minimo i disagi per gli abitanti e i lavoratori;
  • evitare traumi aggiuntivi a strutture dissestate, le quali hanno bisogno di un’opera profonda di manutenzione e miglioramento, e non di ulteriori vibrazioni, o eventi simili, che ne complichino ancor di più l’attuale situazione.

Tra le più frequenti tecniche diagnostiche non distruttive possiamo citare:

  • la termografia;
  • l’endoscopia;
  • la magnetometria;
  • le indagini soniche;
  • le prove ultrasoniche;
  • le prove sclerometriche;
  • le prove pacometriche;
  • le prove sonreb.

Queste e altre tecniche ancora vengono utilizzate dai professionisti di Tecnica MP, un’azienda di punta in questo settore, che da oltre 20 anni si occupa della sicurezza di tutti noi, effettuando controlli non distruttivi su edifici e opere pubbliche e private. Manutenzione e prevenzione non sono mai una perdita di tempo e di denaro. Chiamaci per un consulto gratuito allo 06 4060300 oppure scrivici a info@tecnicamp.com.

Controlli non distruttivi con Martinetti piatti

I controlli non distruttivi trovano applicazione ogni qual volta vi sia la necessità di controllare un componente, senza interferire minimamente con lo stesso. Si applicano nel controllo del prodotto finito, così come in test pre-lavorazione al fine di evitare di sottoporre ad ulteriori lavorazioni pezzi o materiali che presentano difettosità.
Essi possono essere effettuati su legno, metalli, calcestruzzo, muratura e fondazioni.
Vediamo ora le varie tecniche utilizzate per effettuare indagini nel campo della muratura.

Continua a leggere

Prova di carico – Tecnica MP

Secondo la Normativa vigente nel campo delle Costruzioni (D.M. del 14.01.2008), le opere di ingegneria civile non possono essere messe in esercizio prima dell’effettuazione del collaudo statico. Nel caso degli edifici esistenti, invece, la valutazione della sicurezza va effettuata quando ricorrano determinate condizioni, tra cui la riduzione della capacità resistente a causa di eventi eccezionali (sismi, incendi, esplosioni etc.), la presenza di comprovati errori di progetto, oppure cambi di destinazione d’uso.

Continua a leggere

Verifica sismica – Tecnica MP

L’Italia è il paese con il più alto rischio sismico del mediterraneo. Oggi grazie alle nuove tecnologie e alla diffusione della conoscenza tecnica nell’ambito dell’ingegneria sismica, è possibile valutare il grado di sicurezza delle strutture esistenti nei confronti di un evento sismico, salvando la nostra vita e quella dei nostri cari.

Continua a leggere