Verifica sismica – Tecnica MP

La verifica sismica della tua abitazione è quanto di più importante tu possa fare per dare sicurezza a te e alla tua famiglia. Troppe volte si è sottovalutata l’importanza di questa operazione, ma oggi, con l’informazione che scorre a 360 gradi, non abbiamo più scuse. L’informazione generale su internet, i siti specializzati e la TV ci aiutano a comprendere sempre meglio quello che dobbiamo fare e come lo dobbiamo fare, senza farci prendere dal panico ma solo dal buonsenso, chiamando chi di dovere per poterci aiutare.

La verifica sismica deve essere una priorità in un paese, come il nostro, dove i fenomeni sismici sono sempre più frequenti e importanti. Distruzione, disperazione e morte sono le conseguenza di eventi sismici di differente portata che recano danni a ciò che abbiamo messo anni per costruire: la casa e, soprattutto, la famiglia. È straziante accendere la TV e fare la conta delle vittime, tirate fiori dalle macerie, che non ce l’hanno fatta a resistere alla potenza della natura adirata. La natura fa il suo corso, non può essere fermata. Per quanto l’uomo si ingegni a studiarla, osservarla e tirarne fuori delle conclusioni, essa segue una strada tutta sua, impossibile da fermare. impossibile da prevedere. Ciò che possiamo fare, in questa Italia ai tempi del terremoto, è prevenire, informarsi e prendere in mano la situazione. Ciò che è successo ad Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto non dovrà mai più accadere (lo dicono tutti ma non succede mai). Pensiamo sempre che questa possa essere le volta buona perchè chi di dovere si muova nella giusta direzione, ma poi, dopo pochi giorni, le luci si spengono, il sipario si chiude, e chi soffre continua a soffrire…

mappa-sismica

Ad oggi sono molte le aziende che hanno fatto delle tecniche di verifica sismica il loro punto di forza, mirando all’adeguamento sismico degli edifici esistenti e alla costruzione ex-novo di edifici sempre più resistenti ai movimenti sismici con i quali, oramai, sembra dovremo fare i conti sempre più spesso. D’altronde, la normativa vigente in materia ha classificato tutto il territorio nazionale come sismico, suddividendolo in quattro zone, caratterizzate da pericolosità sismica decrescente:

  • zona 1, possono verificarsi terremoto fortissimi
  • zona 2, possono verificarsi forti terremoti
  • zona3, possono verificarsi forti terremoti ma rari
  • zona 4, possono verificarsi terremoti rari.

È stata dunque cancellata la classificazione NC, accendendo il campanello d’allarme su un paese che sta cambiando natura, sempre più predisposto ad una attività sismica di importanza rilevante, da non sottovalutare.

La costruzione di nuovi edifici è dunque oggi regolata da norme ferree in campo antisismico, ma per gli edifici esistenti da anni richiedere un’intervento di verifica sismica è la scelta migliore da fare. Molti sono coloro che affermano di non potersela permettere perché sono lavorazioni che richiedono tempo e denaro, ma il denaro in confronto alla vita, non ha alcun valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *